CONSIGLI D’ACQUISTO

Le persone che soffrono di intolleranza al lattosio devono rassegnarsi ad una minuziosa analisi ogni volta che fanno la spesa, visto che il latte e i suoi derivati non sono gli unici alimenti a contenere lattosio. Anche i prodotti pronti come salse e pizze surgelate contengono spesso lattosio aggiunto. Bisogna dunque studiarsi per bene la lista degli ingredienti. Il lattosio si nasconde anche dietro termini quali zucchero del latte, siero di latte, latte in polvere e prodotto a base di siero di latte.

PRODOTTI FRESCHI

Il lattosio è utilizzato di sovente anche nei processi di produzione di molti cibi freschi non confezionati, come i salumi o panini. Qui bisogna essere dunque particolarmente prudenti: è consigliabile chiedere informazioni al proprio negoziante di fiducia riguardo il contenuto di lattosio negli alimenti.

FARMACI

A tutti piace il gelato, soprattutto come pausa rinfrescante d’estate. Per non parlare della panna cotta o del tiramisù, ideali per terminare un bel pasto. Ma questi dessert, lo si vede dal loro aspetto, contengono latte o suoi derivati e dunque lattosio.

MANGIARE FUORI

Che si tratti della mensa al lavoro, di un ristorante, di un pasto veloce al bar oppure di una cena a casa di amici, è spesso molto difficile verificare se un condimento o una salsa contengono lattosio o meno. Può essere utile domandare al padrone di casa o al personale se i prodotti scelti contengono lattosio, ma spesso ciò non aiuta molto. Meglio avere quindi la soluzione pratica con sé: in queste situazioni il pratico erogatore che contiene LactoHELP vi risulterà agevole e veloce.

Per tutti quelli che non sanno se un prodotto o un pasto contengono lattosio, meglio andare sul sicuro con LactoHELP. Bastano due clic per tornare a mangiare con serenità ogni pasto.

© Copyright LactoHELP 2018 | Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di un’alimentazione equilibrata e variata e di uno stile di vita sano.   

TOP